Montagne innevate con il logo degli enti che collaborano al Servizio Meteomont
NATIONALER DIENST FÜR SCHNEE UND LAWINENVORHERSAGE italienisch französisch deutsch englisch spagnolo russisch
   
MenuT
Wer wir sind
   Carabinieri
Partners
   Italienischer Wetterdienst (AM)
   Centro Valanghe di Arabba - Arpa Veneto
   Arpa Emilia Romagna
   Alpine Kommandotruppe (CTA)
   Regione Marche
   Regione Lazio
   Regione Abruzzo
Organisationen
   Meteomont - Service des Carabinieri
Service
   Überblick Lawinengefahr
   Schnee - und Lawinenbericht
   Manuelle Wetterwarte
   Automatische Wetterwarten
   Wettervorhersage
   Lawine Karte
   Aktuelle Schneefalle
   Beobachtungen in großer Höhe
   Historisches Archiv
   Schneeprofil
   Rechnungslegungen Wetterbericht
Aktivitäten
   Ausbildung der Mitarbeiter
Meteomontinformiert
   Anleitung Lawinenlagebericht Meteomont
   Typische Lawinenprobleme
   Gefahrenstufen
   Lawinenunfälle
   Dokumentations EAWS
   ISSW-Dokumentation
   Nützliche Tipps
   Nachrichtenarchiv
   Videogallery
   Zwölfeck des Skifahrers
La montagna in sicurezza
  Du bist in Home >> Meteomont Informa >> Archivio News

Il Servizio Meteomont Informa

 

Maggio - 2019


20/05/2019


SITUAZIONE METEOROLOGICA E CRITICITA' PIEMONTE AL 20/05/2019.

Dalla giornata del 17 maggio una perturbazione di origine atlantica ha interessato tutto il Piemonte, apportando intense precipitazioni. La perturbazione è stata caratterizzata da un abbassamento dello zero termico che nella giornata di sabato è andato ad attestarsi ad una quota di circa 2000 m s.l.m., per poi risalire domenica. Tali condizioni hanno comportato il verificarsi di precipitazioni nevose con quota di attecchimento neve già a partire dai 1700 m s.l.m., in risalita dalla giornata di domenica (1900 m), con neve principalmente umida/bagnata e debolmente coesa con gli strati sottostanti. Le cumulate di neve fresca sono state di circa 25 cm di neve assestata ad una quota di 2500 m s.l.m. Sono stati rilevati scaricamenti superficiali e valanghe di medie dimensioni spontanee su quasi tutte le esposizioni a quote superiori i 2000 m s.l.m. Le condizioni climatiche, caratterizzate da un significativo rialzo termico durante le ore diurne, andranno sicuramente a favorire i fenomeni valanghivi anche nei prossimi giorni, soprattutto lungo canaloni, pendii ripidi ed in prossimità di rocce affioranti. Il grado di pericolo valanghe per la giornata odierna su tutto l'arco alpino piemontese, viene determinato in MODERATO 2 con innalzamento a MARCATO 3, durante le ore più calde della giornata.
Immagine  news
Immagine  news