Montagne innevate con il logo degli enti che collaborano al Servizio Meteomont
SERVIZIO NAZIONALE DI PREVISIONE NEVE E VALANGHE italiano francese tedesco inglese spagnolo russo


Chi siamo
   Carabinieri
Partners
   Servizio Meteorologico AM
   Centro Valanghe di Arabba - Arpa Veneto
   Comando Truppe Alpine
   Arpa Emilia Romagna
   Regione Marche
   Regione Lazio
   Regione Abruzzo
Organizzazione
   Servizio Meteomont Carabinieri
Prodotti
   Sintesi pericolo valanghe
   Sintesi previsioni montane
   Dati stazioni manuali
   Dati stazioni automatiche
   Previsione meteo
   Cartografia valanghe
   Nevicate in atto
   Osservazioni di alta quota
   Archivio Storico
   Profili penetrometrici
   Rendiconti Meteonivologici
Le attività
   La formazione del personale
Meteomont Informa
   Guida bollettino Meteomont
   Problemi tipici valanghivi
   Incidenti Valanghe
   Documentazione EAWS
   Documentazione ISSW
   Scala pericolo valanghe
   Consigli utili per il fuori pista
   Il dodecalogo per lo sciatore in pista
   Archivio News
   Visualizza foto del cittadino
La montagna in sicurezza
  sei in Home >> Archivio News>> Meteomont Informa

Il Servizio Meteomont Informa

 

Novembre - 2015


22/11/2015


DIFFUSE NEVICATE SULL'APPENNINO CENTRO-SETTENTRIONALE

La perturbazione ed il brusco calo delle temperature del 21 novembre scorso hanno portato diffuse deboli-moderate nevicate sull'Appennino centro - settentrionale ed Alpi Marittime. Appennino modenese 20 cm a 1200 mslm (vedi foto 1), Pescasseroli (AQ) 14 cm a 1450 mslm, Sestola 43 cm, Villa Collemnadina (Lucca) 2- 15 cm a 1830 mslm, Monte Terminillo 5-25 cm a 1650 mslm, 20 cm su Monte Vettore (MC) a 2000 msl, sull'Appennno ligure 5-20 cm a quota 1000 mslm, 2-5 cm sulle Alpi Marittimea quota 1000 mslm, ma ha interessato anche l'Abruzzo (foto 2 - Gran Sasso e M.Camicia)ed il Molise con nevicate più intense e localmente accumuli di neve ventata già con spessori significativi. Le condizioni di vento forte, irraggiamento solare e rialzo termico dei prossimi giorni renderanno il manto nevoso estremamente instabile e portano repentinamente il pericolo valanghe a debole 1 ed a moderato 2 localmente alle alte quote dell'Abruzzo e dell'Appennio Emiliano, specie sui versanti esposti al sole. La rapida consuzione che ne seguirà trasferirà il pericolo di instabilità sui versanti in ombra ed esposti a ridotto irraggiamento diurno.
Immagine  news
Immagine  news